Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

PAOLO BUCONI

domenica 21 gennaio | ore 17.00

Note di Passaggio

PAOLO BUCONI, violino e voce

Violini ad Auschwitz

 

Musiche di Buconi, Williams, Pagani, J. S. Bach e tradizionali

 

Ad Auschwitz l’Orchester Kommando dei musicisti detenuti eseguiva musica rivolta sia al compiacimento dei gerarchi nazisti, sia alla scansione dei ritmi dei lavori forzati. Nel suo recital Paolo Buconi recupera molti di quei brani, insieme alla memoria di Jacques Stroumsa, il ‘violinista di Auschwitz’, internato e sopravvissuto al lager.

Tradizionale ebraico

Nigun/Sherele

P. Buconi (1957*)

Kaddish
Balalayke

J. Williams (1932*)

Shindler’s List Theme

Tradizionale

Gas Nigun
Arum dem Fayer

Liturgico

Ani Maamin

H. Pagani (1944-1988)

Un capretto

J.S. Bach (1685-1750)

Ciaccona

Tradizionale

Ale Brider
Wedding tanz

P. Buconi

Madre mia
Klezmer suite
Oswietango

Tradizionale

Odessa Bulgar
A Glesele Le Chaijm

Paolo Buconi, ricercatore etnomusicologo, possiede la rara capacità di unire il canto della voce a quello del violino, diafonia originalissima e di cui non c’è traccia nella storiografia musicale. E’ diplomato in violino presso il Conservatorio di Musica Bruno Maderna di Cesena e presso l’Accademia Filarmonica di Bologna. Possiede una laurea in Musica Applicata presso il Conservatorio Girolamo Frescobaldi di Ferrara. E’ fondatore e leader del Trio Vladah, che si esibisce in rassegne di musica etnica e klezmer in Italia, Germania, Francia e Austria. Il suo spettacolo ‘E ben venga maggio’ è stato tra gli eventi di Bologna 2000 Capitale Europea della Cultura. Tra le esibizioni e collaborazioni artistiche si ricordano ‘Klezmer Festival di Gradisca d’Isonzo / Colloqui ebraico-cristiani di Camaldoli’, ‘Giornata della Memoria / Giornata Europea della Cultura Ebraica’, con il ‘Klezmer Kamp di New York / Klezmer Kamp di Trieste’, con il ‘Museo Ebraico di Trieste / Fondazione Fossoli’. Famosi i suoi recital ‘Bambini nel Vento’, ‘Angeli nella cenere’, ‘Rose e filo spinato’, ‘Tutti mi chiamano Anna’. Figlio di un ex deportato, ha collaborato con l’ ANED, l’Associazione Figli della Shoah e con la Scuola di Pace di Montesole. Fondamentali l’incontro e le esibizioni con il violinista di Auschwitz, Jacques Stroumsa. Ha curato l’accompagnamento musicale agli incontri con gli autori Franco Cardini Anna Foa e Elena Lowental nell’ambito delle presentazioni dei loro libri Gerusalemme e Ghetti e Giudecche, editi da Il Mulino. E’ autore delle musiche per il documentario In viaggio con Anne Frank, prodotto ZDF e MediasetVision, è autore del valzer Tradizione per il film di Giorgio Diritti L’uomo che verrà, autore e compositore ha prodotto e interpretato dal 1996 ‘il violino racconta’ e dal 2014 ‘il violino e la voce’ in diversi teatri italiani, a Bologna al teatro delle Moline, al teatro Dehon e all’Arena del Sole. Per la Giornata della Memoria 2016 ha tenuto il suo recital ‘Rose e filo spinato’ all’Istituto di Cultura Italiana di Vienna e a Nonantola per con il documentario del regista Aldo Zappalà ‘Salvi tutti’ dedicato ai ragazzi di Villa Emma. Per la Gionata Europea della Cultura Ebraica si è esibito presso la Sinagoga di Merano (BZ) nel Settembre 2016 e il 23 Aprile 2017 a Bologna per la celebrazione di Yom Ha Shoah 27 di Nissan 5777.

Dettagli

Data:
domenica 21 gennaio
Ora:
17.00
Categorie Evento:
,

Luogo

Sala delle Mura
via della Conciliazione
Castelnuovo Rangone, MO
+ Google Maps