Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

LA PIFARESCHA

domenica 12 Gennaio | ore 17.00

Note di Passaggio

Di guerra e di pace

LA PIFARESCHA

Stefano Vezzani – bombarde, flauti, flauto e tamburo, cornamuse

Marco Ferrari – bombarde, flauti, kaval, cornamuse

Mauro Morini – tromboni, tromba diritta

David Yacus – tromboni, tromba diritta

Fabio Tricomi – percussioni, flauto e tamburo, viella

Massimilano Dragoni – percussioni, dulcimelo a battenti

Musiche di von Hessen, Bendusi, Martini, Caprioli, Phalèse, Desprez, Susato, Gardane, Senfl

Nel Rinascimento la guerra e la pace scandiscono in ciclica alternanza il passare del tempo: le campagne militari sono frequentissime, la guerra è un “mestiere” comune e si inserisce con (tragica) naturalezza nella vita dell’uomo. Forse anche per esorcizzare questa drammatica esperienza di morte, la musica del tempo si intrattiene spesso, anche tra gioco e scherzo, con temi guerreschi, così come con quelli legati alla pace, alla festa e al celebratissimo tema dell’amore: per amore si fa guerra; per amore si fa pace.

Anonimo XV sec.

Nota Cantionis de illo digno viro Capistrano
___Hic het

M. von Hessen (1572-1632)

Pavana del povero soldato

F. Bendusi (?-1553)

E dove vas tu o bon soldà

J. Martini (c.1440-c.1498)

Canti zoiosi (J’ai pris amours)

A. Caprioli (1425-1475)

E d’un bel matin d’amore

Kodex Cajoni

Hungaricus

Paolino d’Aquileia (740-802)

Versus de Herico duce

Kodex Cajoni

Ballo Ongaro

P. Phalèse (1510-1575)

Pavane et Gagliarde de la Guerre

Brussels ms 9085

Danse de cleves

Anonimo XV sec

Amoroso

J. Desprez (ca. 1450-1521)

Chanson “Mille regretz”

T. Susato (1510-1570)

Pavane “Mille regretz”

M. von Hessen (1572-?)

Pastorella

A. Gardane (Venezia 1551)

Saltarello del Re

Anonimi XV sec.

Chwala, Hez Molinet, Chwala

L. Senfl (1486-1583)

Im Maien, im Maien

La Pifarescha nasce come formazione di alta cappella, organico strumentale di fiati e percussioni diffuso con il nome di Piffari e ampiamente celebrato in tutta l’Europa del Medioevo e Rinascimento. I Piffari erano attivi sia autonomamente che in appoggio ad altri organici strumentali, vocali, o gruppi di danza.
La Pifarescha unisce ed alterna le ricche ed incisive sonorità dell’ alta cappella con quelle più morbide della bassa cappella, attraverso l’utilizzo di un ampio strumentario: bombarde, tromboni, trombe, cornetti, cornamuse, ghironda, dulciana, flauti, viella, viola da gamba, percussioni, salterio e molti altri. Inoltre, segue la progressiva evoluzione che porterà il gruppo di alta cappella a trasformarsi nel consort nobile per eccellenza tra Rinascimento e Barocco: i cornetti e tromboni. Questa formazione, ormai profondamente mutata pur mantenendo spesso il vecchio nome di piffari, diventa un’altra caratteristica distintiva delle molteplici possibilità di organico de La Pifarescha, e viene ulteriormente ampliata con l’integrazione di strumenti a tastiera, archi e voci, in piena aderenza con i canoni estetico-stilistici del repertorio del XVI e XVII secolo.
Attiva in vari settori dello spettacolo e presente in importanti Festival Internazionali in Europa e paesi Extraeuropei, La Pifarescha ha inciso per CPO, Classic Voice, Dynamic, Arts, Concerto Classics, Outhere, Pan Classic, Glossa.
L’ultimo CD di recente pubblicazione, “Willaert e la Scuola Fiamminga a San Marco”, realizzatto insieme alla Cappella Marciana con la direzione di Marco Gemmani, è attualmente tra i tre finalisti dell’International Classical Music Awards (ICMA) 2020 per la sezione Early Music.

Dettagli

Data:
domenica 12 Gennaio
Ora:
17.00
Categorie Evento:
,

Luogo

Chiesa di S. Celestino I Papa
Piazza Cavazzuti, 2
Castelnuovo Rangone, 41051 Italia
+ Google Maps