Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

MUSICA NEL SILENZIO

domenica 3 Novembre | ore 20.30

Note di Passaggio – Autunno Musicale Nonantolano

Musica nel silenzio”: meditazioni sonore sui temi della morte, della vita e del tempo

OMAR ZOBOLI – oboe

SERGIO DELMASTRO – clarinetto e armonium

Musiche di Bach, Bartók, Stravinskij, Schickele, Satie, Barillier, Klein e trascrizioni di brani dal Cantatorium dell’Abbazia di Nonantola

L’atmosfera mistica dell’Abbazia di San Silvestro ospita il ritorno a Nonantola di Omar Zoboli insieme a uno dei massimi clarinettisti italiani. Il programma descrive un percorso di riflessione lungo quasi mille anni sui grandi temi escatologici che coinvolgono anche aspetti musicali (il tempo, il rapporto tra suono e silenzio), recuperando pure, in forma di parafrasi, alcuni brani gregoriani del Cantatorium dell’Abbazia.

S. Delmastro / O. Zoboli

Cantatorium 1 – Meditazione in suoni su musiche dell’Abbazia di Nonantola

W. F. Bach (1710-1784)

Sonata n.1 – Allegro (1740)

P. Schickele (1935*)

Gardens (1968)

I. Stravinskij (1882-1971)

N.1, dai 3 Pezzi per clarinetto (1919)

W. F. Bach

Sonata n.1 – Adagio

E. Satie (1866-1925)

Gnossienne (1890)

S. Delmastro / O. Zoboli

Cantatorium 2 – Meditazione in suoni su musiche dell’Abbazia di Nonantola

G. Klein (1919-1945)

Ninna nanna (1943)

B. Bartók (1881-1945)

Una sera alla campagna (1940)

W. F. Bach

Sonata n.1 – Allegro

Omar Zoboli è uno degli strumentisti a fiato italiani più conosciuti e stimati anche all’estero. Le sue prime registrazioni con opere di Antonino Pasculli, il “Paganini dell’oboe” hanno destato l’interesse della critica internazionale, e gli hanno permesso di farsi conoscere con innumerevoli recital e concerti come solista in prestigiosi festival in Europa (Parigi, Berlino, Schleswig-Holstein, Zurigo, Varsavia, Milano), America, Giappone, suonando come solista con orchestre come Suisse Romande Ginevra, Tonhalle Zurigo, Kammerorchester Basilea, Svizzera Italiana Lugano, RAI, Verdi e Pomeriggi Musicali Milano, Rotterdam Philharmonic, Radio Cracovia.
Da allora ha cominciato a distinguersi per l’originalità delle sue interpretazioni, il suo virtuosismo strumentale e l’interesse dei suoi programmi. Oltre all’oboe moderno, suona la musica del periodo barocco e classico su strumenti originali dell’epoca, e da alcuni anni, per progetti cross/over anche il sax soprano.

Ha studiato l’oboe in Italia con Sergio Possidoni, e contemporaneamente ha frequentato la facoltà di Filosofia presso l’Università di Bologna.
Si è poi trasferito in Germania per studiare con Heinz Holliger e, nel 1978 ha ottenuto il diploma di solista alla Musikhochschule di Freiburg im Breisgau.
Nello stesso anno ha vinto il 1° Premio al Concorso Internazionale di Ancona, e alla Rassegna Italiana di Giovani Interpreti della RAI. Ulteriore perfezionamento in corsi con Paul Dombrecht e Maurice Bourgue.
Ha ricevuto successivamente i suoi impulsi musicali più importanti lavorando con Nikolaus Harnoncourt, Frans Brüggen, Giovanni Antonini, Attilio Cremonesi, Andrea Marcon, Diego Fasolis, Antonio Ballista, il Quartetto Carmina, P.L.Graf.

È stato primo Oboe dell’Orchestra della RAI di Napoli, della Radio della Svizzera Italiana, dell’Orchestra Sinfonica di San Gallo, dell’Orchestra da camera di Basilea.
Coll’oboe barocco e classico ha fatto parte di complessi quali Concentus Musicus Wien, Giardino Armonico, Scintilla Orchester Zürich e Barocchisti.
Ha registrato una trentina di dischi con opere dal Barocco ai giorni nostri per Accord, Claves, Divox, Ex Libris, Harmonia Mundi, Jecklin, Koch-Schwann, Stradivarius, Teldec ecc.
Nel 1982 ha fondato l’Ottetto Classico Italiano (complesso di fiati), con il quale si è esibito in tutta Europa.
Ha eseguito in prima assoluta opere a lui dedicate da Bussotti, Castiglioni, Glass, Gaudibert, Hoch, Lucchetti, Mosca, Möschinger, Pagliarani, Possio…
Dal 1991 si è esibito, oltre che come solista, anche come direttore d’orchestra dei propri progetti, ottenendo vivi consensi presso i musicisti d’orchestra, pubblico e critica.

È docente di oboe e di musica da camera presso la Musikhochschule di Basilea.

Tiene corsi di perfezionamento in Inghilterra, Spagna, Portogallo, Germania, Svezia, Svizzera, Italia, nella Repubblica Ceca, in Cina e in America del Sud.

Sergio Delmastro ha intrapreso giovanissimo lo studio del pianoforte e successivamente quello del clarinetto al Conservatorio di Torino con Peppino Mariani, diplomandosi col massimo dei voti. Nello stesso Istituto ha poi studiato canto con Elio Battaglia e privatamente composizione con Ettore Dabbene. Ha ricoperto il ruolo di primo clarinetto in diverse orchestre fra cui quelle della RAI e del Teatro Regio di Torino, dei Pomeriggi Musicali e Milano Classica a Milano, dell’Orchestra Internazionale d’Italia. Ha tenuto concerti in tutta Europa, negli Stati Uniti, in America Centrale, in Russia e in Giappone collaborando con prestigiosi musicisti. Ha diretto per molti anni un coro polifonico oltre a numerose formazioni orchestrali ed è attualmente direttore dell’Orchestra “Under 13” della Ricordi Music School di Milano oltre che delle formazioni da camera dell’Ensemble “ASSAMI”. E’ docente di clarinetto al Conservatorio “G. Verdi” di Milano e di Metodologia dell’Insegnamento Strumentale al Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano ed è inoltre frequentemente membro della giuria in diversi concorsi internazionali.

Dettagli

Data:
domenica 3 Novembre
Ora:
20.30
Categorie Evento:
,

Luogo

Abbazia di Nonantola
Nonantola, MO Italia + Google Maps