Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

THE NESBØ PROJECT

sabato 16 Febbraio | ore 21.00

Note di Passaggio

MARCO CAPPELLI ACOUSTIC TRIO
Marco Cappelli
, chitarra
Ken Filiano
, contrabbasso
Satoshi Takeishi, percussioni

OSCAR NORIEGA, clarinetti

SHOKO NAGAI, bandoneon, live electronics

SIMONE MARETTI, lettore

Musiche di Marco Cappelli liberamente ispirate a Jo Nesbø

 

Cinque fra i più attivi improvvisatori della scena musicale newyorchese rileggono e ricreano l’universo noir del giallista norvegese Jo Nesbø: il risultato, eclettico e coinvolgente, evidenzia le qualità narrative e “cinematiche” della musica e ne esalta la potente efficacia comunicativa.

Il Marco Cappelli Acoustic Trio, formazione newyorkese “doc” del chitarrista napoletano residente da anni negli USA, torna in Europa per presentare THE NESBØ PROJECT, ultimo lavoro discografico pubblicato dall’etichetta disocgrafica Da Vinci Publishing e dedicato all’opera dello scrittore noir norvegese Jo Nesbø. Per l’occasione la formazione di trio si espande a quintetto, includendo il pluri-osannato clarinettista Oscar Noriega e la poli-tastierista e musicista elettronica Shoko Nagai. L’ensemble non è nuovo al mondo della letteratura noir: dopo la prima felice esperienza fatta con “Les Nuages en France” (Mode Records, 2011) dedicato a Fred Vargas, il trio newyorchese ha proseguito il suo percorso approdando a “Le Stagioni del Commissario Ricciardi” (Tzadik, 2013), dedicato a Maurizio De Giovanni: caldamente ricevuto dalla critica sia in Italia che all’ estero, il cd riceve “four stars” dalla prestigiosa rivista DownBeat, che ne esalta gli “actractive themes and hooky grooves”, nonché la “cinematica, quasi sinistra qualità di questa musica dedicata al mondo del noir”. L’Acoustic Trio nasce con l’intento di esplorare il suono “cameristico” della chitarra classica preparata di Marco Cappelli in combinazione con il poderoso contrabbasso di Ken Filiano e le particolarissime percussioni di Satoshi Takeishi. Nato nell’estate del 2009 a New York durante una residenza presso il famoso club di Brooklyn “Barbes”, il Trio è formato da tre musicisti tra i più attivi improvvisatori della scena musicale newyorkese, ed ha rapidamente guadagnato una solida reputazione suonando presso storici luoghi dell’avanguardia musicale della Grande Mela, come appunto il Barbes, il Brecht Forum, Roulette ed il famoso The Stone (diretto da John Zorn), nonché presso teatri più “istituzionali” , quali l’Auditorium del Mannes College. Nel 2011 il Marco Cappelli Acoustic Trio effettua il suo primo tour Europeo, presentando il primo lavoro discografico dedicato ai personaggi della scrittrice francese Fred Vargas. Un secondo tour europeo ha luogo nell’inverno del 2013, culminando a Milano presso le Officine Meccaniche di Mauro Pagani, con la registrazione delle musiche ispirate dai personaggi inventati dallo scrittore Maurizio de Giovanni (Einaudi) ed alla poetica figura del Commissario Ricciardi, un poliziotto outsider che opera nella Napoli degli anni ’30 sotto il regime fascista. La pubblicazione da parte della prestigiosa etichetta discografica Tzadik diretta da John Zorn, riscuote immediatamente un grande successo di critica. Nel 2015 il trio debutta con l’attore Andrea Renzi al Napoli Teatro Festival, portando per la prima volta il Commissario Ricciardi in teatro. THE NESBØ PROJECT completa il trittico noir con musiche dedicate allo scrittore norvegese Jo Nesbo. In uscita alla fine del 2018 per l’etichetta Da Vinci Publishing, vede la partecipazione dei clarinetti di Oscar Noriega e (solo su disco) di DJ Olive (noto per le sue collaborazioni con Uri Caine).

Marco Cappelli è ormai da anni protagonista di un singolare percorso artistico che, dopo studi accademici di ottime referenze (Conservatorio di S. Cecilia di Roma e successivamente Musik Akademie di Basilea con Oscar Ghiglia), lo vede passare con disinvoltura dall’esecuzione della scrittura musicale più rigorosa alla pratica dell’improvvisazione. Dalla rosa delle sue collaborazioni (Anthony Coleman, Michel Godard, Butch Morris, Mauro Pagani, Jim Pugliese, Enrico Rava, Marc Ribot, Adam Rudolph, Elliott Sharp, Giovanni Sollima, Markus Stockhausen, Cristina Zavalloni …) emerge il respiro internazionale e trasversale della sua attività concertistica: è difatti regolarmente ospite sia in stagioni concertistiche di musica classica e contemporanea che in festival di jazz e di improvvisazione, tanto come solista che in diverse combinazioni di ensemble. Ha inciso per l’etichetta americana Mode Records, che nel 2017 ha pubblicato il suo settimo cd), nonché per la Tzadik diretta da John Zorn.

Attivo dai primi anni ’80, il contrabbassista Ken Filiano ha dato il suo contributo a dozzine di albums, la maggior parte dei quali vanno sotto l’etichetta di “jazz creativo”, dal post-bop alla free improvisation. Impegnato attivamente nella didattica, ha insegnato presso l’ University of New Mexico (Albuquerque), la New York State University (Buffalo), la UCLA, e la Rutgers University. Nel 2002 Filiano ha realizzato il suo primo cd come leader per Clean Feed, dal titolo Subvenire, seguito da Dreams from a Clown Carin quartetto con i sassofonisti Tony Malabye Michaël Attias ed il batterista Michael T. A. Thompson. Tra le sue innumerevoli collaborazioni merita particolare menzione il suo recente ingresso nell’ultimo quartetto guidato da Anthony Braxton.

Batterista, percussionista e arrangiatore Satoshi Takeishi è nato a Mito, Giappone. Ha studiato presso il Berklee College of Music di Boston, USA. Dopo gli studi, interessato alla musica sud-americana ha vissuto per 10 anni in Colombia, dove ha suonato con i più importanti musicisti del paese. Attualmente continua la sua esplorazione multiculturale, spaziando dall’elettronica ad un particolarissimo set di percussioni da lui stesso approntato: vive e lavora a New York, dove è tra i più richiesti improvvisatori della della ricchissima scena musicale della Grande Mela.

Clarinettista, sassofonista, polistrumentista e compositore, Oscar Noriega vive a Brooklyn dal 1992. Ha lavorato con Lee Konitz, Anthony Braxton, Gerry Hemingway, Dewey Redman e Paul Motion. Attualmente suona con Tim Berne’s Snakeoil, Endangered Blood (Chris Speed, Jim Black, Trevor Dunn) e co-dirige con Jacob Garchek, la “Banda De Los Muertos”, progetto ispirato alla musica popolare per banda messicana.

Shoko Nagai è compositrice, pianista e fisarmonicista, nonché esperta di live electronics. Nata in Giappone ha studiato alla Berkley School di Boston dove studia Jazz e Musica Classica, adattando la sua maestria a diversi tipi di tastiere. Trasferitasi a New York nel 1999, ha suonato con John Zorn, Ikue Mori, Marc Ribot, Miho Hatori (Cibo Matto), Butch Morris, Elliot Sharp e molti altri. La sua attività concertistica la ha portata ad esibirsi su prestigiosi palcoscenici in molti paesi tra cui: Svezia, Italia, Austria, Francia, Svizzera , Olanda, Giappone, Israele, Brasile e USA. Shoko Nagai ha scritto musica per film e inciso dischi come band leader nonché diretta da musicisti del calibro di Erik Friedlander e Frank London. La sua ultima presenza in Italia risale al 2015 con il debutto presso il Napoli Teatro Festival di “Sonata per il Commissario Ricciardi” di Maurizio De Giovanni con Andrea Renzi.

Dettagli

Data:
sabato 16 Febbraio
Ora:
21.00
Categorie Evento:
,

Luogo

Nuovo Cinema Teatro Italia
Via Giuseppe Garibaldi, 80
Soliera, MO 41019 Italia
+ Google Maps